Review Party “Una volta è abbastanza” di Giulia Ciarapica

Sono qui oggi per parlarvi di un libro in uscita ieri per Rizzoli.
Una saga famigliare della splendida Giulia Ciarapica, sono onorata di aver potuto organizzare questo evento.

Una volta è abbastanza
Giulia Ciarapica
Rizzoli
Pagine: 365
Uscita: 2 aprile 2019
Prezzo cartaceo: 19,00 €
Prezzo ebook: 9,99 €


È un lusso che non tutti possono permettersi, quello di amare qualcuno, ed è anche rischioso, perché non sai mica come ne esci.

Vivo, morto, con le ossa rotte, con la testa fracassata. Non lo sai.

Non ho mai preteso nulla da te, se non il tuo sguardo rapace, la tua ira funesta e quella risata improvvisa che fa tremare le mura del nostro amore. Non ho mai preteso nulla da te, se non tutto quello che mi spetta di diritto, perché ti amo.

L’Italia è appena uscita dalla guerra. A Casette d’Ete, un borgo sperduto dell’entroterra marchigiano, la vita è scandita da albe silenziose e da tramonti che nessuno vede perché a quell’ora sono tutti nei laboratori ad attaccare suole, togliere chiodi, passare il mastice. A cucire scarpe. Annetta e Giuliana sono sorelle: tanto è eccentrica e spavalda la maggiore – capelli alla maschietta e rossetti vistosi, una che fiuta sempre l’occasione giusta – quanto è acerba e inesperta la minore, timorosa di uscire allo scoperto e allo stesso tempo inquieta come un cucciolo che scalpita nella tana, in attesa di scoprire il mondo. Nonostante siano così diverse, l’amore che le unisce è viscerale. A metterlo a dura prova però è Valentino: non supera il metro e sessantacinque, ha profondi occhi scuri e non si lascia mai intimidire. Attirato dall’esplosività di Annetta, finisce per innamorarsi e sposare Giuliana. Insieme si lanciano nell’industria calzaturiera, dirigendo una fabbrica destinata ad avere sempre più successo. Dopo anni, nonostante la guerra silenziosa tra Annetta e Giuliana continui, le due sorelle non sono mai riuscite a mettere a tacere la forza del loro legame, che urla e aggredisce lo stomaco. Giulia Ciarapica ci apre le porte di una comunità della provincia profonda: tra quelle colline si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. Non sanno dove li porterà, ma hanno bisogno di credere e di andare.

L’autrice

Dice di lei:
Classe (tanta) 1989, specializzata in Filologia moderna (con lode, mica cotica) all’Università degli Studi di Macerata, collaboro con Il Messaggero e Il Foglio. Ho pubblicato a febbraio 2018 “Book blogger. Scrivere di libri in Rete: dove, come, perché” con Franco Cesati Editore. Seguo un progetto dal titolo “Surfing on books”: corsi singoli o laboratoriali di book blogging e promozione (nonché istigazione) della lettura nelle scuole superiori di primo e secondo grado di numerose città italiane. Faccio poca polemica, mangio tanto e do fastidio.

Sei mostruosa, sai esserlo davvero. Sei una delle donne più egoiste che io abbia mai conosciuto, riesci a passare sopra ai sentimenti della gente come un carro armato; non sono mai stata in grado di arginarti, sei ingombrante e spietata. Sì, sei questo.

Ho le cuffie alle orecchie, ascoltando Unsteady degli X Ambassadors, la canzone del libro, ripensando alla storia che ho letto e alle emozioni che ho ancora dentro.
Quando ho saputo dell’uscita del libro di Giulia Ciarapica sapevo già che avrei dovuto leggerlo a tutti i costi e che sarebbe stato meraviglioso.
Ovviamente mi ero sbagliata, perché in realtà quello che sto provando dopo questa lettura è molto più intenso.
Veniamo trasportati nel dopoguerra, più precisamente in un paesino delle Marche, Casette d’Ete, paese anche dell’autrice.
Attraverso di lei veniamo catapultati dritti nella storia, venendone a far parte in prima persona.
Incontriamo Giuliana e Annetta, due sorelle così diverse eppure accomunate dallo stesso fuoco.
E insieme a loro scopriamo la loro famiglia, le loro origini, il piccolo paese in cui vivono. A volte davvero troppo stretto.
E con loro, Valentino, il ragazzo che dapprima starà con Annetta per poi innamorarsi di Giuliana e sposarsi con lei.
La storia è arricchita ancora di più dalle storie degli altri personaggi.
Come quella di Rita, ragazza che serve in casa della famiglia più agiata di Casette d’Ete e che si innamora del rampollo di casa.
Oppure Giovanna ed Enrichetta, madre e figlia molto legate (e ammetto che loro mi hanno fatto scendere qualche lacrima).
La storia, raccontata da un narratore esterno e che alterna italiano e marchigiano, ti entra sotto pelle, ti attira al suo interno ed è facile pensare di camminare tra le vie del paese, andare a lavorare in uno dei negozi di scarpe o sentire i profumi e le sensazioni che la scrittrice evoca grazie alla sua scrittura perfetta.
Ho amato tutto di questo libro, primo di una trilogia, che è un inizio dirompente e degno di grande successo.
La cosa che forse ho amato di più è che, nella scrittura intensa e piena di trasporto di Giulia, si avverta completamente l’amore messo nel creare questa storia.
Ogni parola ne è intrisa, se ne avverte la presenza, la si può quasi respirare.
Il finale lascia aperto lo scenario per il secondo volume (che spero esca presto perché io davvero non so come resistere).
Se ancora non lo avete fatto, vi consiglio di correre nella vostra libreria di fiducia e prendere una copia del libro e di lasciarvi trasportare come ho fatto io.
Non ve ne pentirete.
Perché “Si vive una volta sola, ma se lo fai bene una volta è abbastanza“.

2 thoughts on “Review Party “Una volta è abbastanza” di Giulia Ciarapica

Add yours

  1. Wow complimenti per l’articolo e grazie per tutto, appena posso lo leggerò con piacere ♥️♥️♥️♥️♥️

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: