“Iro Iro” di Giorgio Amitrano

Dalla voce competente e ironica di chi, meglio di chiunque altro, ha fatto da ponte culturale tra il Giappone e l’Italia negli ultimi decenni: il traduttore italiano di tutti i più importanti autori giapponesi contemporanei come Murakami, Yoshimoto e Mishima, per anni direttore dell’Istituto di Cultura italiana a Tokyo.


Iro Iro
Giorgio Amitrano
DeAgostini
Genere: NonFiction
Pagine: 256
Uscita: 17 aprile 2018
Prezzo cartaceo: 16,00 €
Prezzo ebook: 8,99 €


ad3a8e4e-28f0-466f-b4f4-cccd59398cab

«La scrittura, la letteratura, il cinema, la moda, l’arte del Giappone, almeno in questo momento della storia, possiedono la chiave per raccontare il nostro tempo, la sua velocità, e dentro questa inafferrabile velocità la nostalgia di una silenziosa, ipnotica lentezza.»

Iro in giapponese significa colore. Iro iro, raddoppiato, è una miscellanea variopinta, un insieme articolato e sorprendente. E così è questo libro, che accompagna il lettore in un viaggio inaspettato e iridescente attraverso la vita, la cultura e le contraddizioni di un Paese che esprime forse più di qualsiasi altro l’inesauribile varietà delle emozioni, delle atmosfere, dei possibili modi di essere.

Scopriamo un popolo capace di provare il più innocente stupore infantile e allo stesso tempo di elaborare inquietanti perversioni; di emozionarsi davanti al glorioso splendore della fioritura dei ciliegi fino a provarne quasi paura; di correre verso il futuro a velocità ineguagliabili ma anche di rinnovare, con una costanza senza tempo, i riti della tradizione più antica.

Dalle radici storiche della passione giapponese per il canto a una serata magica in un karaoke bar insieme a una scrittrice famosa; dagli imprevedibili esiti di un esercizio di calligrafia in un monastero al sottile confine che separa realtà e fantasia nelle pagine degli scrittori contemporanei, Giorgio Amitrano – che per molti è la voce italiana di Murakami Haruki e Yoshimoto Banana – ci racconta il Giappone che ha imparato a conoscere e amare, al di là degli stereotipi, dei pregiudizi e delle cieche infatuazioni che da sempre l’Occidente coltiva nei confronti di questo Paese. Ci svela un Giappone autentico, sconosciuto, multiforme: il più vero.


L’autore


08470795-eceb-45af-b4e3-43fa2adc9560Giorgio Amitrano è uno dei massimi nipponisti italiani. Per quattro anni direttore dell’Istituto di Cultura italiana a Tokyo, e attualmente titolare della cattedra di Lingua e letteratura giapponese all’Università degli studi di Napoli L’Orientale, Amitrano è il traduttore di autori come Yoshimoto Banana, Murakami Haruki, Kawabata Yasunari, Miyazawa Kenji.

One thought on ““Iro Iro” di Giorgio Amitrano

Add yours

  1. Ciao cuore mio, complimenti per l’articolo, e grazie, sembra molto interessante e sicuramente un modo valido e alternativo per chi non può recarsi sul posto, di conoscere una cultura, piena di bellezza, e mistero… un abbraccio 💖💖💖

Rispondi

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: