“Uno di noi sta mentendo”: Supposizioni #2

Eccoci giunti al secondo appuntamento con le supposizioni su chi è l’assassino in “Uno di noi sta mentendo”.
Questa volta lo step era fino a pagina 137.
Chi sarà il sospettato?
Se vi siete persi le prime supposizioni le trovate qui: “Uno di noi sta mentendo”: Supposizioni #1
Per l’articolo con i primi identikit, la trama e la spiegazione del gioco, andate qui: ANTEPRIMA “Uno di noi sta mentendo” di Karen McManus + scopri l’assassino con noi de Il Giornale del Libro!

Ma oggi proseguiamo con il gioco.

In queste pagine troviamo tutti alle prese con gli avvocati (tranne Nate, ovviamente).
Intanto le loro vite, in un modo o nell’altro, proseguono.
Addy è devastata dopo che Jake l’ha lasciata e a scuola nessuno vuole avere a che fare con lei, tranne Cooper che si interessa a come sta perché capisce come deve sentirsi.
Scopriamo infatti che è vero che Cooper ha una relazione con un’altra ragazza, Kris, di cui è davvero innamorato.
E anche sua nonna, che nel frattempo è stata ricoverata per un infarto, lo incita a seguire il suo cuore.
Tornando a Addy, si scopre che ne sa abbastanza su come dovesse essere l’olio per poter uccidere Simon: spremuto a freddo, di altà qualità. Questo risulta alquanto sospetto e anche quando rivela alla sorella che non voleva dire di essere stata in infermeria perché aveva preso del paracetamolo per Jake.
Ma passiamo a Brownyn e Nate e li scrivo insieme per forza di cose. I due infatti cominciano ad avere delle conversazioni notturne in cui parlano di svariate cose e guardano film insieme su Netflix. E io li adoro e li sto shippando sempre di più!
Su Brownyn c’è da aggiungere che la sorella Meave riesce ad entrare nell’app “Senti questa” grazie alle sue doti da hacker, qui capiamo inoltre che anche lei in passato è stata presa di mira dall’app. Comunque scopre che c’era un altro post da pubblicare ma che è criptato e farà ulteriori indagini per capire.
Ecco quanto, ora vi darò le mie percentuali, come ho fatto la settimana scorsa e poi vi dirò la mia teoria che effettivamente è abbastanza fuori di testa!

Brownyn: 25%
Nate: 10%
Cooper: 35%
Addy: 30%

Detto questo potreste pensare che il mio sospettato della settimana sia nuovamente Cooper ma non è così.
Per me Simon è stato ucciso da… SIMON.
Sì avete letto bene.
Io non credo che lui, attento com’era, avrebbe rischiato di bere in qualcosa che non fosse nella sua bottiglia.
Poi chi è che poteva essere così disturbato da cercare le attenzioni a qualsiasi costo?
Così tutti avrebbero parlato di lui e inoltre sarebbe stato il suo ultimo, grande scoop!
E sono quasi certa che le frasi su Tumblr fossero preimpostate (se si può fare) o che le pubblichi la sua unica amica Janae.
Lo so, può sembrare una teoria folle ma con il senno di poi credo che nessuno dei quattro sospettati sia il colpevole e che l’unico che avrebbe potuto ordire un piano del genere sia proprio lo stesso Simon.
Che ne sappiamo noi… magari Simon era malato e ha preferito lasciare il mondo in questa maniera teatrale piuttosto che vivere nella malattia (non so se fisica o psicologica).
Voi cosa ne pensate di questa teoria? Pensate potrebbe essere possibile?
Vi ricordo che la prossima e ultima supposizione verrà pubblicata il 22 marzo e sarà fino a pagina 179.
In seguito ci sarà la recensione.

 

 

4 thoughts on ““Uno di noi sta mentendo”: Supposizioni #2

Add yours

  1. Anche io ho postato le mie supposizioni e ho pensato subito anche io che Simon si fosse suicidato, o che sia stato ucciso da Janae. Per ora sono le mie due supposizioni più forti.

  2. Sìììì infatti! Quasi sicuramente Janae centra tra post di Tumbrl e i suoi pianti disperati più da senso di colpa. Ma continuo a pensare che tutto sia architettato da Simon…
    Poi sto apprezzando sempre di più i 4 personaggi!

    1. Sì, anche a me piacciono veramente tanto! Poi quando ho letto di Kris e Cooper i miei sogni si sono realizzati *.*
      Spero che Nate non faccia lo stronzo, ma adoro lui e Bronwyn insieme!

  3. ciao Carissimaaaaaaaaaaa oh.. allora devo dire che è sempre più interessante e pensare ad un suicidio è davvero folle, ma si sa che purtroppo, un attimo di follia può succedere,,, ed è anche vero che Simon amava la ribalta e quindi.. quale miglior modo di uscire di scena?
    grazie infinite e complimenti ti abbraccioooooooooo <3

Rispondi

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: