ANTEPRIMA “Di tutte le cose buone” di Clare Fisher

Oggi voglio parlarvi di un libro la cui trama mi ha colpito molto e che spero di leggere presto. In uscita per HarperCollins il 15 di questo mese, un libro che affronta dei temi duri, come un arresto a soli ventuno anni, con note di positività e speranza per una vita che forse si può ancora salvare.
Se volete leggere il primo capitolo, lo trovate QUI.

Di tutte le cose buone
Clare Fisher
HarperCollins
In libreria: 15 febbraio 2018
Pagine: 288
Prezzo cartaceo: 18,00 €
Prezzo ebook: 8,99 €

thumbnail_FisherCOSE-01-3

Cosa succede se hai fatto una cosa terribile… ma quella non è la fine della storia?
Beth ha ventun anni ed è in prigione. Si trova lì perché ha fatto qualcosa di terribile e non si aspetta più niente dal futuro. Ma Erika, la sua psicologa, è convinta che ventun anni siano troppo pochi per smettere di vivere, e le chiede di scrivere una lista di tutte le cose buone della sua vita. Beth comincia così a raccontare la sua storia, una storia che si raccoglie intorno a brevi, intensi lampi di luce: la passione per la corsa, i confortevoli silenzi condivisi con una persona speciale, l’emozione di scoprire, in un pomeriggio qualunque, di piacere a qualcuno, fino alla prima volta in cui ha respirato il profumo della testa del suo bambino e ha capito davvero cos’era la felicità.
Ma alla fine della storia la cosa brutta rimane. E a quel punto Beth non ha altro modo per andare avanti se non confrontarsi con essa, riconoscere la verità che si cela dietro il suo crimine.
E capire. Perdonare.
Perché nessuno è completamente cattivo e tutti meritano una seconda occasione. Anche lei.
Raccontata con ironia e arguzia, Di tutte le cose buone è una storia intensa e commovente, che parla di perdono e di amicizia, di madri e figlie, e di come la speranza possa trionfare anche dopo la perdita più devastante.
“Spero che questa lista, qualsiasi cosa ne verrà fuori, ti farà capire che per quante storie brutte o non-storie potrai sentire su di me e su come è iniziata la tua vita, non sono le uniche storie che esistono. Ma sai che c’è?
Penso sia una cosa buona trovare la speranza dove chiunque altro ti direbbe che non ce n’è nessuna.”
L’autrice
img_3850-version-2-finalClare Fisher è nata a Tooting, Londra, ha studiato Storia a Oxford prima di essere folgorata dalla passione per la narrativa. Ha completato la formazione accademica in Scrittura Creativa e ora vive a Leeds. Attenta osservatrice delle diverse aree del sud di Londra dove è cresciuta, cerca di riproporre nella sua scrittura, originale e straordinariamente vitale, le difficoltà sociali e la vulnerabilità delle donne e delle ragazze.
Di tutte le cose buone, suo romanzo d’esordio, ne è la perfetta testimonianza

2 thoughts on “ANTEPRIMA “Di tutte le cose buone” di Clare Fisher

Add yours

  1. Grazie Infinite sembra un libro riflessivo e d’impatto,,,, ( Bentornata e Bentornato Giornale del Libro) ci sei mancato tantissimo <3

Rispondi

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: